ragazza alla pari dublinoUna delle soluzioni più economiche per imparare l’inglese a Dublino è diventare ragazza/o alla pari.

In Irlanda molte famiglie scelgono di assumere un au pair, poiché i costi dei servizi per l’infanzia (asili nido, doposcuola, ecc.) sono esorbitanti. Le città dove c’è più richiesta sono Dublino e Cork, ma negli ultimi tempi anche molte famiglie che vivono nel countryside si affidano sempre più spesso ad agenzie di collocamento per au pair. Di solito le famiglie irlandesi preferiscono assumere ragazze, quindi è inutile nascondere che le chance di trovare una famiglia ospitante per un ragazzo sono molto basse.

Fare un’esperienza come ragazza alla pari significa vivere con una famiglia irlandese per almeno 3/4 mesi, prendersi cura dei loro bambini e fare alcuni lavori domestici leggeri solitamente per un massimo di 35 ore alla settimana in cambio di vitto e alloggio gratuiti e di una modesta retribuzione settimanale. Nel tempo libero è possibile frequentare corsi di inglese che, assieme alle ore trascorse a parlare in famiglia, consentiranno di incrementare notevolmente il proprio livello di inglese.




Il lavoro alla pari non è considerato una vera e propria occupazione, bensì uno scambio culturale. Per questo motivo non è regolato da una legislazione ufficiale. Le agenzie di collocamento per ragazze alla pari tendono comunque a seguire delle linee guida comuni per uniformare il lavoro alla pari in tutta l’Irlanda.

Vediamo quindi quali sono i requisiti necessari per diventare una ragazza alla pari in Irlanda e quali sono le linee guida seguite dalle principali agenzie per au pair.

Requisiti

  • avere tra i 18 e i 30 anni
  • avere una conoscenza base dell’inglese
  • essere in grado di provvedere ai costi per il viaggio
  • non avere figli

Documenti necessari per fare richiesta

  • certificato di buona salute rilasciato dal medico di base
  • certificato penale
  • lettera di referenze

Linee guida

  • alloggio e pasti > la famiglia ospitante provvederà a vitto e alloggio in una stanza privata
  • paghetta (pocket-money) > in media una ragazza alla pari in Irlanda riceve dai €100 ai €120 alla settimana a seconda delle ore di lavoro
  • ore di lavoro > di solito vanno dalle 30 alle 35 ore di lavoro incluse 1 o 2 sere come babysitter
  • mansioni > prendersi cura dei bambini (andare a prenderli a scuola, preparargli i pasti, farli giocare, ecc.) e aiutare in casa (riordinare la stanza dei bambini, aiutare in cucina, fare la lavatrice, ecc.)
  • tempo libero e vacanze > almeno 2 giorni di riposo alla settimana (di cui almeno 1 nel week-end) e 1 settimana di ferie ogni 6 mesi
  • se frequenti un corso di inglese, la famiglia ospitante deve garantirti la possibilità di frequentarne le lezioni

Le diverse formule di lavoro alla pari

In Irlanda è possibile scegliere tra diverse formule di lavoro alla pari tra cui:

Live-in au pair

È la formula classica sopra descritta, dove la ragazza alla pari vive con la famiglia e riceve gratuitamente vitto e alloggio. Le ore di lavoro vanno da 25 a 35 e le mansioni richieste sono piccoli lavori domestici e prendersi cura dei bambini.

Live-out au pair

Potreste trovare questa dicitura su alcuni siti web, ma fate attenzione, perché non esiste la posizione di live-out au pair (ossia un au pair che non vive con la famiglia). Un au pair deve per forza di cose vivere con la famiglia ospitante, poiché questa è la condizione essenziale dello scambio interculturale in sé. Se una famiglia vi propone una posizione come live-out au pair, sappiate che in realtà vi sta chiedendo di lavorare come childminder o nanny (tata, bambinaia) e che in Irlanda le posizioni di childminder e nanny sono riconosciute come vere e proprie professioni e sono soggette a una regolamentazione ufficiale. Childminders e nannies hanno diritto a ricevere almeno il minimo salariale (che in Irlanda è di €8.65 all’ora) e devono pagare tasse e contributi sociali. Di solito hanno qualche anno di esperienza e/o qualifiche ufficiali ed è per questo che vengono pagati di più.

Elderly au pair

È una ragazza alla pari che fa compagnia a una persona anziana. Di solito le elderly au pairs prendono una paghetta settimanale più bassa rispetto alle ragazze alla pari che si prendono cura di bambini piccoli, poiché la posizione è meno impegnativa. Di solito vengono pagate €80 per circa 30 ore di lavoro alla settimana.

Demi au pair

È una ragazza alla pari che lavora solo 15-20 ore alla settimana e 1 o 2 sere come babysitter. Le demi au pair ricevono tra i €50 e gli €80 alla settimana. Anche in questo caso ovviamente la paga è proporzionata alle ore di lavoro. Questa formula non è molto frequente in Irlanda: di solito le famiglie irlandesi preferiscono una persona che garantisca almeno 30 ore settimanali.

Au Pair Plus

Un au pair plus è semplicemente una ragazza alla pari che lavora più di 40 ore alla settimana. Questa soluzione è sconsigliata a chi vuole frequentare un corso di inglese, poiché non si avrebbe abbastanza tempo da dedicare al corso e allo studio della lingua inglese.

Come trovare una famiglia ospitante

Se sei ancora in Italia puoi contattare una delle tante agenzie per ragazze alla pari presenti su tutto il territorio (vedi link in fondo alla pagina) e in contatto con agenzie locali in Irlanda. Loro ti troveranno una famiglia che risponde alle tue esigenze contro il pagamento di una quota d’iscrizione (di solito sui €200-300).

Se sei già in Irlanda, è ancora più semplice. Basta contattare direttamente un’agenzia per ragazze alla pari (au pair agency) nella città in cui risiedi. Di solito loro hanno già una serie di famiglie con cui sono solite lavorare e sapranno indirizzarti verso la famiglia che fa per te.

In entrambe i casi l’agenzia si occuperà della ricerca della famiglia e ti sarà di supporto per tutta la durata del soggiorno. Nel caso tu e la tua famiglia ospitante non andiate d’accordo, l’agenzia si impegnerà a trovarti una nuova famiglia gratuitamente. Un altro vantaggio del prenotare attraverso agenzia è che l’agenzia farà firmare a te e alla tua famiglia ospitante un contratto dove vengono indicate le ore di lavoro accordate, l’ammontare della paghetta settimanale, i giorni di vacanza, ecc.

Una terza opzione è quella di trovarsi una famiglia ospitante online su uno dei tanti portali chiamati au pair matching websites dove famiglie e ragazze alla pari possono registrarsi gratuitamente e mettersi in contatto tra di loro. Questa è la soluzione più economica poiché consente di ridurre i costi delle commissioni alle agenzie. Di solito questi siti chiedono il pagamento di una quota di soli €40 circa per potersi scambiare messaggi privati tra famiglie e au pair.

L’inconveniente dell’affidarsi a uno di questi siti è prima di tutto che i profili registrati potrebbero non essere genuini e poi nel caso ci fossero problemi con la famiglia ospitante, ci si dovrebbe organizzare per conto proprio per trovare una nuova famiglia. È consigliabile dunque fare molta attenzione quando ci si mette in contatto con una famiglia e diffidare delle famiglie che promettono un sacco di soldi come retribuzione settimanale ed è bene scegliere un sito web affidabile dove i tutti i profili registrati vengono controllati (vedi elenco sotto).

Contratto

È consigliabile discutere con la famiglia ospitante i termini del contratto come ragazza alla pari (au pair contract) prima della partenza. Il miglior modo per farlo è al telefono o meglio ancora su Skype, in modo da iniziare a conoscersi e vedere se si va d’accordo.

Se  tramite agenzia, sarà direttamente l’agenzia a prendersi cura di far firmare il contratto da entrambe le parti prima della partenza.

In caso non si vada d’accordo con la famiglia ospitante e la si voglia cambiare, l’agenzia torverà una famiglia sostitutiva. Nel caso si voglia lasciare una famiglia, il periodo di preavviso raccomandato è di 2 settimane per dare tempo alla famiglia di trovare un sostituto.

Melania Arcese, una ragazza italiana con la passione della fotografia, ci racconta com’è la sua vita da ragazza alla pari a Dublino. Clicca qui per leggere la sua testimonianza.

Agenzie italiane che fanno parte della IAPA (International Au Pair Association):

CELTIC CHILDCARE

Via Sant’Antonio Da Padova, 14 – 10121 Torino

Tel.: 011/533606

Sito web: www.celticchildcare.com

EUROMA

Viale B. Buozzi, 19 – 00197 Roma

Tel.: 06/80692130

Sito web: www.euroma.info

INTERMEDIATE SRL

Via Bramante, 13 – 00153 Roma

Tel.: 06/5747444

Sito web: www.intermediateonline.com

INTERNATIONAL AU PAIR ITALY

Tel.: 349/7946488

Sito web: www.internationalaupairitaly.com

ROMA AU PAIR

via Pietro Mascagni, 138 – 00199 Roma

Tel.: 06/86321519

Sito web: www.romaaupair.com

Au pair agencies irlandesi membri dell’IAPA con sede a Dublino:

KA AU PAIR AGENCY

2 Parnell Square East, Dublin 1

Tel.: +353 1 485 3774

Sito web: www.kaaupairagency.ie

Au pair agencies irlandesi membri dell’IAPA con sede fuori Dublino:

EQUIPEPEOPLE

Garryhinch, Portarlington, Co. Laois

Tel.: +353 57 864 3195

Sito web: www.equipeopleworkexperience.com

SHAMROCK AU PAIR AGENCY

Mayo, Crettyard, Co. Carlow

Tel.: +353 56 440 1007

Sito web: www.aupairireland.com

SK DUBLIN AU PAIRS

Market Square House, Aughrim, Co. Wicklow

Tel.: +353 4 029 4695

Sito web: www.skdublin.ie

Tra i più affidabili siti per la ricerca di famiglie ospitanti e au pairs:

www.aupair-world.net

www.findaupair.com

kangarooaupair.com/it